Top

Spotify Spegne La Prima Candelina In Italia

spotify-free-dispositivi-mobili

Ascoltare musica è un po’ un abitudine che hanno tutti: in auto, in treno, in ufficio, nel tempo libero, mentre facciamo jogging e via dicendo. Ad ogni modo ognuno di noi ascolta diversamente i propri brani preferiti: c’è chi li ascolta dal’iPod, chi dal semplice lettore MP3 e chi da Spotify, comodamente online. Il servizio, nato più di un anno fa, è approdato in Italia esattamente 365 giorni fa ed oggi spegne la sua prima candelina sul nostro territorio.

Spotify: Addio Musica Illimitata Gratis

Arrivato in Italia da diversi mesi, è ormai in procinto di cambiare le regole del servizio, proprio come annunciato al lancio. Stiamo parlando del famoso servizio di streaming musicale Spotify che in pochi mesi dal lancio in Italia ha riscosso un successo davvero pazzesco.

Nel contratto iniziale era già tutto scritto , ma forse non tutti hanno “perso tempo” a leggere le condizioni di utilizzo del servizio:

Abbiamo pubblicato le nuove condizioni applicabili agli accordi a partire dal 12 agosto 2013 che comprendono delle modifiche del servizio gratuito di Spotify. A seguito di queste modifiche, tu potrai usufruire di un accesso gratuito ed illimitato alla musica per un periodo iniziale di sei mesi, decorsi i quali l’accesso sarà limitato ad un tetto massimo di 10 ore al mese. Se hai creato il tuo account da sei mesi o più, il tetto di dieci ore si applicherà a decorrere dal 12 agosto 2013.

Questo è il contenuto della mail che moltissimi di voi, se iscritti al servizio, ha ricevuto. Ciò che forse è una nota negativa di questo cambiamento è che le 10 ore mensili sono divise in 2.5 settimanali e tradotto, significa che possiamo ascoltare non più di 20 minuti di musica al giorno.  Poco male se non per coloro che utilizzano la musica sul lavoro, magari dalla mattina alla sera. Tuttavia, pagando un piccolo abbonamento da 4.99€/mese si potrà ascoltare illimitatamente tutta la musica sul proprio pc, mentre con abbonamento premium da 9.99€/mese, si potrà usufruire di Spotify h24 su ogni dispositivo, smartphone e tablet  compresi.

Ovviamente il numero di utenti rimasti fedeli è stato abbastanza elevato, ma non tanto quanto Spotify si sarebbe aspettato: dunque a sorpresa, è arrivata una notizia che ha spiazzato tutti gli utenti amanti del servizio!

Nuovamente Gratuito

spotify

Ritorna nuovamente gratuito per tutti, dunque, il servizio offerto da Spotify che ha tentato di diventare a pagamento, ma con un successo che non è riuscito ad arrivare. Sarà solamente una mossa pubblicitaria visto l’imminente arrivo di Beats Music promosso da Dr.Dre? Chissà, nel frattempo tutti coloro che sono iscritti a Spotify con un account gratuito potranno comunque ascoltare gratuitamente tutta la musica offerta dalla popolare piattaforma di streaming musicale.

In passato siamo stati costretti a limitare il tempo di ascolto gratuito dei brani a qualche ora ogni mese, una volta terminato il primo semestre dopo l’iscrizione. Ora però, se ancora non l’avete notato, non ci sono più restrizioni su quanto è possibile utilizzare gratis Spotify. Abbiamo rimosso queste limitazioni su tutte le piattaforme: potete ascoltare le vostre canzoni preferite quando volete, tutte le volte che desiderate.

Nuovo cambiamento, dunque, nelle politiche di utilizzo del servizio: è l’ultima volta che ci troveremo di fronte ad un cambiamento?

Primo Compleanno

Spotify, detto in tutta sincerità, ha un po’ rivoluzionato il modo di ascoltare la musica: esso, infatti, propone ogni giorno delle playlist aggiornate e ci permette di ascoltare musica sempre diversa. Ovviamente è possibile anche scegliere personalmente cosa ascoltare, ma sicuramente un “mix” è migliore. Ad ogni modo oggi cade il primo compleanno italiano di Spotify e tutto il team vuole “festeggiare” la ricorrenza con un comunicato stampa da poco rilasciato.

Con Spotify cambiano le abitudini di consumo, passando dal possesso all’accesso. Il servizio nato come alternativa legale alla pirateria (una fetta importante dei fruitori della musica), che in Italia è arrivata al 95% nel digitale. L’ultimo rapporto IPFI sottolinea come il mercato musicale stia migliorando grazie al digitale (gli incassi relativi al digitale sono cresciuti del 9%) e lo streaming rappresenta un settore molto importante nello scenario. Secondo i dati Deloitte per FIMI, infatti, è ormai la seconda fonte di ricavo nel digitale.

Spotifiy, che ha subito diversi cambiamenti nel regolamento durante il corso di quest’anno, è attualmente la piattaforma di streaming musicale più conosciuta ed utilizzata dagli utenti.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273