Top

Statistiche Browser: Il Re E’ Di Nuovo Internet Explorer

Ormai è un dato chiaro: gli ultimi tre mesi hanno decretato la rinascita commerciale della “fenice” Microsoft Corporation. Complice la caduta d’immagine della Apple di Jobs a causa dei problemi di ricezione del suo iPhone 4, complice il terreno perso da Google nei confronti del rivale Bing, complice anche il successo tardivo di Windows 7 e il lancio quasi contemporaneo di Office 2010, Windows Live Essentials e Hotmail, Microsoft si conferma la più fiorente industria informatica del mondo dopo l’incontrastata IBM.

Internet Explorer è di nuovo “il Browser”

A confermare la tendenza degli utenti di tutto il mondo di premiare l’operato di Microsoft, in rilancio dopo il criticatissimo biennio post-Vista, arrivano le ultime statistiche sull’utilizzo dei browser.

Se per i test di prestazioni (Sunspider e simili), Explorer è ancora ben lontano da Chrome almeno quanto a velocità (per non parlare di Firefox: la sua “partenza a freddo” è la peggiore del pianeta) e dovrà attendere almeno l’uscita della versione 9 per riacquistare posizioni in classifica, dal punto di vista dei consumi è in vetta alla classifica. Ecco come è cambiato l’utilizzo dei più famosi browser negli ultimi mesi:

– Internet Explorer: +0,42%
– Safari: +0,24%
– Opera: +0,18%
– Chrome: -0,8%
– Firefox: -0,9%

Come spiegare questi dati? E’ molto semplice. Firefox, che perde quasi l’1% degli utenti in un solo mese, paga eccessivamente il suo ritardo nel pubblicare la versione 4. La versione attuale pecca notevolmente in termini di grafica (quella di default è obiettivamente troppo desueta) e, come ho detto poco fa, veramente troppo lenta nel suo primo avvio.

Anche Chrome perde notevolmente, e la causa anche qui è da ricercarsi nella poca innovazione di Google: dopo lo straordinario lancio, che ha visto in pochi mesi l’uscita di un browser molto veloce e originale, ora da almeno un anno non c’è nessuna novità. A penalizzare ulteriormente il browser di Google sono i bug: tantissimi utenti riscontrano attese estenuanti nel caricamento di alcune pagine (la causa è la prelettura DNS), mentre sempre più spesso Chrome non riesce a salvare le password di accesso ai server protetti.

Premiati invece dai consumatori Internet Explorer (forse per la sua stabilità o come effetto della crescita d’immagine di Microsoft), ma anche Safari (il suo aumento è comunque proporzionale ad un numero basso di utenze già in partenza) e Opera, che riscuote discreto successo soprattutto a livello mobile.

Fonte statistiche: NetMarketShare

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273