Top

Street View: Scatti Personalizzati, negli Aeroporti, il Cadavere e altre storie

Da quando Street View, o meglio, Google Maps è nato, i progressi che Google ha fatto con questi servizi sono davvero spaventosi: basti pensare che da qualche anno è possibile visionare ogni angolo del mondo, semplicemente stando seduti davanti allo schermo del proprio computer. La novità annunciata ieri da BigG prevede l’introduzione di nuovi scatti personalizzati su Street View che ogni utente potrà inviare al colosso dei motori di ricerca.

Immagine

Se fino ad oggi bisognava attende che Google passasse con le proprie auto e telecamere a registrare delle nuove panoramiche, adesso chiunque è in possesso di uno smartphone Android (con versione 4.2.2 o superiore), può inviare le proprie foto scattate nella modalità Photosphere a Google, segnalando la posizione precisa in cui ci si trova per inserirla, poi, nelle visuali di Street View.

Speriamo che questa nuova funzionalità consenta alle persone di condividere la bellezza e la grandezza del nostro pianeta tramite Google Maps. Che tu stia fotografando isole esotiche, sia che tu stia fotografando il tuo quartiere, cime montuose o vie cittadine, castelli storici o la tua attività lavorativa, saremo eccitati di vedere i luoghi che ami prendere vita su Google Maps.

A questo link potete, ad esempio, visionare gli scatti di un utente che, con il suo Nexus 4, ha contribuito a completare le mappe di una zona in cui Google ancora non era riuscita ad arrivare. Interessante no?

Street View, probabilmente, è una delle più grandi invenzioni del secolo. Disponibile ormai da un paio di anni, Street View si è aggiornato centinaia di migliai di volte, aggiungendo sempre nuove città, persino le più sperdute e dimenticate da Dio. La novità annunciata da poche ore da Google è la possibilità di visitare virtualmente aereoporti e stazioni di tutto il mondo (per adesso, sono solamente 16 aereoporti internazionali, e 50 stazioni ferroviarie).

Madrid

 

Nella foto qui in alto potete vedere quello che è l’aereoporto di Madrid visto dall’interno: ovviamente questo è solo uno dei tanti scatti che è possibile ammirare dalla visita virtuale di Street View all’interno di decine di aereoporti internazionali.

Da oggi, oltre a farvi vedere in anteprima la destinazione dei vostri viaggi, Street View può aiutarvi ad alleviare lo stress degli spostamenti, dando un’occhiata alle tappe intermedie. Il nostro primo sforzo nella mappatura di tutte le location di transito del mondo include 16 aeroporti internazionale ed oltre 50 stazioni ferroviarie o metropolitane, oltre ad una funivia di Hong Kong.

Il servizio che Google offre ai suoi utenti, dunque, va migliorando si giorno in giorno: Street View, infatti, permette visite virtuali in moltissime parti del mondo, con mappe che vengono aggiornate più o meno spesso (ovviamente dipende dalle zone, un piccolo paese non riceverà mai ogni anno nuove mappe).

Tokyo

Il Cadavere Su Street View

Uno dei servizi senza dubbio più utili e interessanti di Google è Street View, il servizio integrato all”interno di Maps che permette di fare dei veri e propri viaggi virtuali in ogni paese del mondo, persino i più sperduti. Siamo stati abituati, però, in questi mesi, ad assistere a scene spesso molto divertenti di immagini immortalate mentre le “telecamere” di Google catturavano le immagini: non è il caso, però, di quanto vi stiamo per raccontare.

GoogleMapsDeath1

 

La perdita di un figlio è sempre dura da dimenticare, ma se poi Street View si aggiunge al dramma.. E’ quello che è successo in California, dove dei genitori hanno scovato su Street View il cadavere del figlio vicino la ferrovia, luogo in cui fu ritrovato morto alcuni anni prima. E’ stato uno shock vedere un’immagine simile, tanto che la famiglia ha chiesto a BigG di rimuovere l’immagine dai database:

Quando vedo questa immagine, è come se tutto fosse accaduto soltanto ieri. Questo mi riporta alla mente tanti ricordi.

Alcuni portavoce del colosso dei motori di ricerca non hanno tardato a rispondere alle richieste della famiglia, assicurando un’ eliminazione nel minor tempo possibile.

Google ha annunciato attraverso il proprio vicepresidente di non aver mai accelerato il processo di aggiornamento per le immagini relative alle mappe, ma che farà un’eccezione in questo caso.

In Antartide Con Google Street View

Girare il mondo intero è senz’altro il sogno nel cassetto di moltissimi di voi che starete leggendo questo articolo. E’ possibile però realizzare questo sogno se si ha abbastanza denaro a disposizione da destinare alla visita di qualsiasi monumento o posto che meriti davvero di essere visto.

E quando non ci si riesce ad arrivare fisicamente, anche un viaggio virtuale a volte può colmare parzialmente questi desideri, poiché un viaggio reale è sempre un viaggio reale. Quando le immagini non possono aiutarci, ci pensa Google Maps con Street View ad illuminarci gli occhi.

Sono moltissimi i posti visitabili tramite il servizio offerto da Google. Uno tra i tanti posti degni di lode, è sicuramente la WhiteHouse che è possibile visitare virtualmente, proprio come vi avevamo parlato in un nostro precedente articolo.

Adesso Anche L’Antartide

Sicuramente potersi fare un viaggio in Antartide non è alla portata di tutti, poi nei tempi che corrono ancor peggio. Magari non tutti, ma una buona parte desidererebbe potersi godere l’Antartide e scoprire “com’è”. Adesso, se prima non ci aveva mai pensato nessuno, Google ha deciso di inserire anche questa parte del mondo in Street View. Sì, avete capito bene. Il continente più lontano potrebbe emozionare molti, se pensate di poterlo vedere a 360° sullo schermo del vostro pc. Immagini a cui aggiungerete un po’ di fantasia e forse riuscirete ad immergervi in un “viaggio virtuale” senza precedenti. Sebbene le immagini siano state mandate online già da diversi mesi, Google ha annunciato di aver scattato nuove panoramiche per avere un quadro più “aggiornato” della situazione.  Inoltre, stando a quanto detto nel blog ufficiale di Google, con Street View sarà possibile entrare in edifici come Hut Shackleton e altre piccole case in legno che servivano agli esploratori per ripararsi durante le bufere. Vi abbiamo incuriosito almeno un po’? Non vi resta che godervi questo video e farvi un viaggio virtuale in Antartide dal link in fondo l’articolo.

Link| Maps

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273