Top

Graphic News: Surface Pro Riconosce La Pressione In Photoshop, Addio Creative Suite

Surface Pro Riconosce La Pressione In Photoshop

Una delle più grandi mancanze del Surface Pro è il riconoscimento della pressione esercitato con la stylus all’interno di applicazioni come Photoshop. Per il momento, però, Wacom ha rilasciato un driver denominato “Enhanced Tablet Driver 7.1.1-12” che offre questa funzionalità. Andiamo a vedere in dettaglio.

surface-pro-hands-on-with-pen-1-1368169276

Pen Stylus Ed Adobe Photoshop

Dopo un lungo periodo in cui gli utenti che possiedono un Surface Pro non potevano utilizzare gli strumenti di Photoshop in modo tal da poter avere livelli di pressione, finalmente da oggi in poi potranno avere questa “feature”. Molti utenti, soprattutto coloro che lavorano nel settore del fotoritocco, infatti, ritengono questa tipologia di “feature” una vera e propria necessità. Poter ritoccare le proprie fotografie con strumenti che riconoscono il livello di pressione esercitato offre molteplici possibilità per realizzare disegni come se fossero creati su carta.

Per il momento, il driver che offre la funzionalità di riconoscere i vari livelli di pressione è stato realizzato da Wacom e non da Microsoft. Pur non essendo una versione definitiva, questo driver offre una feature che era da tanto attesa. E’ strano, infatti, non trovare su un dispositivo come il Surface Pro l’assenza del riconoscimento dei vari livelli di pressione, anche se a nostro avviso Microsoft è già al lavoro per risolvere questa grave mancanza ed offrire a tutti i creativi uno strumento flessibile e che sia ottimale per realizzare le illustrazioni grafiche.

Surface_Pro

Link | Engadget

Addio Creative Suite, Arriva Adobe Creative Cloud

Durante questa settimana, Adobe ha presentato durante l’Adobe MAX la nuova Creative Cloud. A differenza delle precedenti generazioni, dove gli utenti potevano acquistare la Creative Suite senza dover pagare un abbonamento, Adobe ha deciso di abbandonare la classica Creative Suite per focalizzare le proprie attenzioni solamente sul Cloud, ridenominando Adobe CS, Adobe CC (Creative Cloud). Andiamo a vedere in dettaglio le principali novità.

adobe_creative_cloud_logotype__10713879

Addio Software Boxed

Tutti coloro che utilizzano software come Photoshop, Illustrator, Premiere etc…, prodotti da Adobe, a partire da oggi se vorranno mantenerli aggiornati, dovranno non più acquistare la famosa Creative Suite, bensì dovranno appoggiarsi all’infrastruttura Cloud realizzata da Adobe in modo tale da avere a portata di mano le ultime novità. Durante la conferenza Adobe MAX è stata infatti annunciato che la nuova Adobe Creative Cloud andrà a sostituire Adobe Creative Suite.

La prima differenza sarà quella di dover pagare un abbonamento per poter utilizzare il software ed avere una connessione internet per poter verificare la propria identità e continuare ad utilizzare la suite. Adobe, inoltre, ha deciso di offrire tutto il software attraverso le infrastrutture cloud, in modo tale da poter controllare il numero di download ed effettuare aggiornamenti o introdurre novità senza dover far aspettare agli utenti dai 18 ai 24 mesi.

L’eliminazione della classica Adobe Creative Suite, dimostra come sempre di più le aziende che producono software o realizzano contenuti digitali decidono di affidarsi al cloud sia per ottimizzare i costi che per offrire una migliore esperienza utente. Tuttavia, alcuni utenti saranno insoddisfatti da questa mossa di Adobe, infatti Adobe Creative Cloud richiede una sottoscrizione di un abbonamento mensile che si aggirerà attorno ai 50$ e ciò, per molti utenti, comporterà un costo che potrebbe, dopo molti mesi, essere superiore rispetto all’acquisto dell’attuale Creative Suite 6. A nostro avviso, la nuova Adobe Creative Cloud, oltre ad offrire aggiornamenti “live-time”, è stata una mossa da parte di Adobe per cercare di combattere il fenomeno della pirateria. Cosa ne pensate?

adobe-creative-cloud

Link | Engadget

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273