Top

TDL-4, Il Virus “Indistruttibile” Secondo Kaspersky

Nell’era digitale, i suoi autori potrebbero essere paragonati ad un pericoloso latitante della camorra. Forse non avranno mai commesso omicidi, ma la loro creazione, TDL-4, è considerata il virus informatico più pericoloso di sempre. Non solo perché ha infettato (e continua a colpire) 4,5 milioni di utenti Windows, ma anche perché è realizzato con tecniche sofisticatissime.

A rivelarlo non sono una manciata di blogger esaltati della rete, ma i ricercatori della Kaspersky Labs, attualmente considerata la principale software house realizzatrice di antivirus. Il loro Kaspersky Antivirus è infatti da anni ai vertici delle classifiche, capace di riconoscere e debellare oltre il 99% di minacce presenti nel proprio database o sconosciute.

TDL-4, la botnet ‘famigerata’: 4,5 milioni di pc colpiti

TDL-4, che in Italia ha mietuto “vittime” nel 3% dei pc e che è in grado di colpire anche sistemi a 64-bit, non disturba le normali operazioni quotidiane degli utenti: tuttavia è un trojan, capace di aprire le porte ai criminali per mettere in atto le proprie truffe, o veicolare spam e pubblicità.

E’ capace di interfacciarsi con una rete P2P come Kad (quella utilizzata dagli utenti eMule), che permette ai malintenzionati di agire indisturbatamente e in silenzio. Per Kaspersky, si tratta di un virus estremamente evoluto, capace persino di eliminare tutti i malware “concorrenti”. Lavora sull’MBR, pertanto nella maggior parte dei casi è invisibile al sistema operativo e ad alcuni antivirus.

Negli Stati Uniti, chi infetta tramite TDL-4 almeno 1000 pc viene remunerato sino a 200 dollari. Il suo livello di pericolosità è veramente molto alto, tanto che potremmo senz’altro definirlo un cancro informatico, con un termine mutuato dalla biologia (come lo è d’altronde la parola “virus”).

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273