Top

Una Password A Prova Di Scassinatore

Una delle cose che sta alla base di Internet e di qualsiasi sito è una password. Una parola segreta che solo noi dovremmo (condizionale d’obbligo) conoscere per accedere al nostro profilo su Facebook, Twitter, alla nostra mail, alla nostra banca online etc. Le password da sempre sono gli obiettivi più presi di mira dagli hacker. Scoprire una password vuol dire entrare nel mondo di un’altra persona. Se scoprissero la password del nostro profilo di Facebook, si potrebbero scoprire segreti che nessuno sa. Peggio ancora, se qualcuno scoprisse la password del nostro profilo sul sito delle Poste o della nostra Banca, allora sì che siamo rovinati per davvero. Uno dei consigli principali è quello di utilizzare una password diversa per ogni servizio a cui ci registriamo, anche se sicuramente risulterà difficile memorizzarle tutte. Con i “consigli” che oggi vedremo, avremo una password davvero a prova di scassinatore!

Sfida: Prova A Scoprirla Ora

Alla base di ogni attacco per scoprire una password ci sono i cosiddetti “attacchi a dizionario”. Cosa sono? Tramite dei software e un database contenente diversi milioni  di parole di senso compiuto e non, si va alla ricerca della password tramite infiniti ( o quasi) tentativi. Il tasso di successo di questi attacchi è molto alto, soprattutto perché la maggioranza ne utilizza di semplici. Con un semplice metodo oggi vedremo come avere una password impeccabile!

  • Per prima cosa scegliamo  una parola legata alla nostra vita, una qualsiasi che siete sicuri non dimenticherete. (es. Altobelli, famosissimo calciatore)
  • Adesso andiamo a sostituire ad alcune lettere dei numeri. (la parola che noi abbiamo scelto, diventerà così: alt0b3ll1)
  • Adesso aggiungiamo all’inizio o alla fine della parola un numero, magari una data importante. (es. la data di nascita di vostro figlio, 1985. Dopo questo accorgimento la password sarà così: 85alt0b3ll1 oppure 19alt0b3ll185)
  • Adesso aggiungiamo uno o più caratteri speciali all’inizio o alla fine della password. (es. 85alt0b3ll1_)
  • Infine, se volete rendere la password più semplice da ricordare (seppure minimamente) al servizio a cui è abbinata, alla fine della password scriviamo la lettera iniziale del servizio a cui sarà abbinata. (es. Gmail: 85alt0b3ll1_G oppure Facebook: 85alt0b3ll1_F)

Tuttavia per evitare che le vostre password vengano scoperte facilmente, evitate di memorizzarle all’interno dei browser o di file memorizzati all’interno del nostro Hard Disk. Per rubare una password in queste condizioni occorrono pochissimi minuti. Prevenire è meglio che curare 😉

 

Fonte| Focus

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273