Top

Vuoi Un Lavoro? Dammi La Tua Password Di Facebook

In Italia la pratica pare non essere ancora così diffusa per fortuna, ma negli Stati Uniti la polemica è in atto già da diverso tempo. Stiamo parlando della prassi di chiedere, ai propri dipendenti, ma anche ai candidati che si presentano ad un colloquio di lavoro, le informazioni personali necessarie per accedere ai profili dei propri social network, facebook e twitter in primis. La scusa ufficiale è quella di tutelare l’immagine e/o il decoro aziendale, per evitare che il dipendente possa pubblicare qualcosa che danneggi il datore di lavoro (in maniera diretta e indiretta).

Vuoi Un Lavoro? Dammi La Tua Password Di Facebook

Molte persone trovano chiaramente l’idea decisamente raccapricciante e invasiva, una vera e propria violenza alla privacy, tuttavia in un periodo in cui avere un lavoro costituisce quasi un privilegio questa pratica malsana ha trovato un terreno fertile.

Ovviamente esistono anche eccezioni, ad esempio nel caso in cui il lavoro del dipendente comporti l’utilizzo dei social media. Un caso tipico è quello dei giornalisti che scrivono su testate on line, e che sono incoraggiati, a diffondere tramite i social network i propri articoli. In questo caso potremmo in effetti parlare di una zona grigia, poichè il datore di lavoro richiederebbe l’accesso a un account che diffonde un lavoro sui cui lui potrebbe vantare proprietà di sfruttamento commerciale.

La normativa italiana evidenzia certamente delle lacune in merito alla questione, ma secondo Erin Egan, responsabile dell’ufficio privacy di Facebook:

Il fatto di condividire o richiedere la password di Facebook costituisce una chiara violazione della dichirazione dei Diritti e delle Responsabilità degli utenti

Al di la delle considerazioni giuridiche, la questione morale rimane comunque intatta, poichè l’avere il diritto di fare una cosa non significa che metterla in pratica sia una buona idea. Per fortuna esistono ancora molti operatori del settore seri (tra cui ZioGeek) che non fanno uso di queste pratiche discutibili.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273