Top

WhatsApp: 500 Milioni Di Utenti e Chiamate in Arrivo

WhatsApp ha appena annunciato che la propria applicazione viene utilizzata, regolarmente, da oltre 500 milioni di utenti in tutto il mondo. Questo dato è interessante, poichè, secondo gli analisti, l’acquisizione da parte di Facebook poteva aver rallentato la crescita della popolare applicazione. Andiamo a vedere in dettaglio.

500 Milioni di utenti attivi WhatsApp

Obiettivo 1 Miliardo Utenti Attivi

WhatsApp è una delle applicazioni più popolari di sempre ed il fatto che sia multipiattaforma la rende ancor più interessante da parte dell’utenza. Recentemente è stato annunciato che l’applicazione ha raggiunto i 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo.

Lo scorso febbraio, quando Facebook annunciò il piano di acquisizione di WhatsApp, quest’ultima aveva già superato quota di 450 milioni di utenti attivi. Adesso, raggiunti i 500 milioni di utenti, Mark Zuckerberg sta realizzando il proprio piano di connettere oltre un miliardo di persone grazie ad una singola applicazione.

La veloce e stabile crescita di WhatsApp è stato uno dei fattori più importanti per convincere Facebook a spendere decine di miliardi per una “piccola” azienda. Sottolineiamo, i tassi più elevati di crescita sono stati registrati in Brasile, India, Messico e Russia, mentre il mercato europeo risulta essere stabile.

“WhatsApp is on a path to connect 1 billion people. WhatsApp is the only app we’ve ever seen with higher engagement than Facebook itself.”

Per Mark Zuckerberg questi numeri sono importanti, anche in un ottica in cui unire insieme WhatsApp e l’applicazione Facebook Messenger. La crescita continua di WhatsApp dimostra le potenzialità dell’app, ma allo stesso tempo sono apparse applicazioni concorrenti come Telegram che potrebbero rubare un po’ di utenza.

A nostro avviso, sarà importante analizzare i trend futuri e vedere se l’applicazione di messaggistica più famosa al mondo sarà in grado di raggiungere quota 1 miliardo di utenti attivi. Per il momento, 500 milioni è un importante traguardo, ma Zuckerberg è ancora a metà dell’obiettivo.
Secondo le ultime indiscrezioni, provenienti dal sito web Windows Phone Central, WhatsApp potrebbe introdurre le telefonate tramite connessione internet a breve. Nel mercato odierno di applicazioni, infatti, troviamo applicazioni quali Skype o Viber che effettuano questa funzionalità, ma qualora WhatsApp decida di introdurre le chiamate audio potrebbe conquistare un maggior numero di utenti e ridurre, allo stesso tempo, percentuali di market share per gli altri sviluppatori. Andiamo a vedere in dettaglio.

whatsapp

Chiamate In Arrivo

Gli utenti di WhatsApp non dovranno attendere così a lungo per avere la possibilità di effettuare chiamate audio, direttamente dall’applicazione recentemente acquisita da Facebook. Recentemente, inoltre, vi abbiamo parlato spesso dei lunghi periodi di down che hanno colpito WhatsApp.

L’applicazione di messaggistica più famosa al mondo, infatti, è stata acquistata da Mark Zuckerberg ed adesso sembra che gli sviluppatori stiano realizzando la funzionalità di effettuare le telefonate tramite connessione internet. Questa indiscrezione è giunta da parte dei volontari che stanno traducendo l’applicazione in lingua hindi.

Il nuovo pacchetto di traduzioni richieste, giunto la scorsa settimana, introduce nuove frasi quali “Chiamata in entrata”, “Chiamata in uscita” e “Chiudi”. Quest’ultime possono essere considerate un’indiscrezione di lavori in corso per introdurre la funzionalità di chiamate telefoniche, che dovrebbe arrivare a breve.

whatsapp-wp8

Per il momento, queste indiscrezioni confermano quelle del CEO Jan Koum che erano state rilasciate durante il Mobile World Congress di Barcellona. Attualmente disponibile per iOS, Android, Windows Phone e Blackberry, WhatsApp ha focalizzato la propria attenzione nella componente messaggistica, introducendo in un secondo momento la possibilità di inviare messaggi audio.

Con circa 465 milioni di utenti attivi, WhatsApp potrebbe “rubare” utenti a Skype e Viber, ma al tempo stesso portare l’applicazione agli utenti Facebook. Lo scorso febbraio, il famoso social network ha investito 19 miliardi di dollari in WhatsApp e crediamo che questo investimento, nei prossimi mesi, porterà ad adottare un nuova strategia per entrambe le aziende e lentamente ad una condivisione di alcune funzionalità.

Non è la prima volta che WhatsApp risulti essere in stato di down, tuttavia, l’applicazione di messaggistica istantanea, recentemente acquistata da Facebook, dimostra di avere ancora problemi hardware o software che bloccano completamente la piattaforma. Nel momento in cui scriviamo, infatti, WhatsApp è down. Andiamo a vedere in dettaglio. 

whatsapp down

WhatsAppDown: Abitudine?

Dopo aver registrato un nuovo record, con 20 miliardi di messaggi inviati, 44 miliardi di messaggi ricevuti e, quindi, un totale di 64 miliardi di messaggi, WhatsApp è di nuovo down. Non è la prima volta che ciò accade, anzi WhatsApp ci sta sempre di più abituando a lunghi periodi in cui non è possibile inviare messaggi. Le possibili cause di questi periodi di down possono essere correlate a problematiche software, ma anche hardware.

whatsapp-down

Per il momento non sono ancora state rilasciate informazioni ufficiali, anche se l’applicazione per Android avvisa gli utenti con il seguente avviso:

Ci dispiace, ma in questo momento il nostro servizio ha un problema. Contiamo di risolverlo velocemente. Ci scusiamo per il disagio.

Su iOS, invece, l’app rimane “bloccata” cercando di connettersi.
Anche l’account ufficiale Twitter non ha reso noto nessun problema, ma nella piattaforma di cinquettii gli utenti hanno manifestato l’impossibilità di inviare messaggi attraverso l’hashtag #whatsappdown.

Aggiornamento 3:12 pm: al momento l’applicazione sembra essere ritornata a funzionare, anche se WhatsApp non ha rilasciato alcuna informazione riguardante il periodo di down.

whatsapp-down-1

In questi mesi, applicazioni come Telegram sono riuscite a conquistare buona parte dell’utenza di WhatsApp e, quindi, questi lunghi periodi di down potrebbero, ulteriormente, incentivare gli utenti a migrare verso un’altra applicazione.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273