Top

Wi-fi Libero In Italia? Ci Siamo Quasi

Potrebbe essere l’anno della svolta: il Parlamento potrebbe abrogare – anzi, non rinnovare – il decreto attuattivo dell’ex Ministro dell’Interno Beppe Pisanu (nella foto), che ormai da 5 anni limita pesantemente la diffusione del wi-fi libero nel nostro Paese.

Dalle file di maggioranza e opposizione (sorprendentemente) sembra esserci dunque l’intenzione bipartisan – appoggiata dallo stesso On. Pisanu, che ritiene ormai fuori luogo il decreto – di non confermare per altri 12 mesi la legge che impedisce, di fatto, la creazione di hotspot gratuiti e pubblici nelle città italiane.

Il Parlamento pronto ad abrogare la Legge Pisanu contro il wifi pubblico

L’attuale normativa, che è stata appunto rinnovata di anno in anno (nonostante le polemiche di ambo gli schieramenti), limita i fornitori di servizi Internet – in particolare bar, enti parco ed altri enti commerciali pubblici o privati – ad attenersi a scrupolose norme di sicurezza per fornire la connessione wireless nei propri centri.

In particolare è obbligatorio per registrare e fornire all’occorrenza all’Autorità Giudiziaria i dati degli utenti che usufruiscono della rete, in particolare identità, numero di telefono e indirizzo IP. Prassi che purtroppo sinora sono stati in grado di applicare solo alcuni Municipi, Università e scuole.

Una misura che si è però rivelata – col senno di poi – poco utile in quanto non dà comunque sufficienti garanzie per quanto riguarda la sicurezza nazionale, mentre d’altro canto ha fortemente penalizzato la diffusione del wifi pubblico in Italia (70% in meno di hotspot rispetto alla media UE).

Tra pochi giorni però le cose potrebbero cambiare, e Internet ovunque potrebbe diventare molto più che una semplice utopia. Siete d’accordo con l’abrogazione della decreto Pisanu?w

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273