Top

Windows Vista Vicino Alla Pensione

Windows Vista è sempre più un flop, nonostante il suo successore Windows 7 sia in vendita da tempo, cercando di far dimenticare a Microsoft la brutta figura realizzata nel tempo. Windows Vista, il peggior sistema Windows a detta di molti, continua a far parlare, male, di se.

E’ di pochi giorni infatti la notizia che la futura versione di Interne Explorer 10, non potrà essere installato sul sistema operativo in questione, ma solo su Windows 7, e solo con un aggiornamento.
Ma questa non è la sola ennessima “brutta” notizia per Vista, Microsoft a quando pare ha deciso di anticipare il pensionamento di Windows Vista al 2012, interrompendo il supporto ufficiale esattamente tra un anno, ovvero il 10 Aprile 2012. Quando ricordiamo, solo qualche mese fa, il supporto di Windows XP è stato prolungato fino al 2014, data al quale raggiungerà la veneranda età di 13 anni contro i 6 di Vista.

Andando un attimo fuori tema, ricordiamo che le voci di supporto fino al 2020 per Windows XP, non sono da intendersi come supporto ufficiale, ma solo come diritto legale di downgrade alla versione Windows XP, per tutti i prodotti comprati con licenza Windows 7 fino al 2020.

Windows Vista, una fabbrica di problemi

Ritornando a Vista, possiamo discutere a grandi linee quali sono stati i principali, ma anche più importanti, difetti di questo sistema operativo.

1)      Compatibilità Hardware
Molti costruttori e molti utenti amanti del fai-da-te hanno avuto non pochi problemi con la costruzione di notebook i primi, e con l’assemblaggio di computer i secondi, per la scarsa compatibilità hardware di cui Windows Vista era in possesso. Esempio celebre fu la casa produttrice Dell, che ad un certo punto decide di poter dare agli acquirenti la possibilità di acquistare i propri prodotti dedicanti al mondo professionale con il “vecchio” Windows XP, questo accadeva nell’ormai lontano 2008.

2)      I professionisti lo detestano
A causa del punto precedente, i professionisti e le grandi aziende non furono molto felici di Windows Vista, causa compatibilità e possibilità di integrazione in reti computer già esistenti, e questo porta ad un altro punto sostanziale. Altro problema è la compatibilità software quasi inesistente, e i software aziendali non costano mica pochi euro.

3)      Costo
Windows Vista costava davvero tanto. E non parliamo in soli termini di licenza, ma i costi erano eccessivi anche per colpa del dover aggiornare un gran numero di macchine alla stessa versione per problemi di eventuale compatibilità

4)      Supporto a ritroso
Altro costo non di poco conto, ma anche motivo di riflessione, è che Windows Vista non era indicato (nel 2006 al momento del lancio) per girare su PC di precedente fabbricazione. L’utente quindi era “costretto” o comunque invogliato all’acquisto di un nuovo computer per poter utilizzare meglio Windows Vista.

Questi motivi, a mio avviso, rappresentano il grosso dei problemi che hanno portato a detestare Vista. Questa notizia del prossimo pensionamento, lo condurrà sul sentiero della vergogna per l’ultima volta, sperando magari che non faccia parlare di se anche una volta morto.
Per chi fosse ancora in possesso di Windows Vista, si consiglia di fare un upgrade all’odierno Windows 7 il prima possibile per moltissime ragioni, dalla sicurezza alla stabilità del sistema operativo.

Per concludere vorrei riportare le parole scritte sul sito di supporto ufficiale Microsoft, il quale parlando della data di fine supporto per Windows XP consiglia: “Per accertarsi di poter ricevere tutti gli aggiornamenti della protezione importanti per Windows, è necessario eseguire l’aggiornamento a Windows XP con Service Pack 3 (SP3) o versioni successive, ad esempio Windows 7”. Windows Vista, rinnegato anche dai propri programmatori.

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273