Top

Android News: YotaPhone, Jelly Bean e Kindle Fire Guadagnano,

YotaPhone: LCD + e-Ink + Android

A partire dal Q3 del 2013 sarà disponibile lo YotaPhone, uno smartphone dotato di 2 display e specifiche hardware di ottimo livello. L’utilizzo di un LCD ed uno schermo e-ink, infatti, permetterà agli utenti di avere 2 modalità di visualizzazione dei contenuti statici. Andiamo a vedere in dettaglio le specifiche di questo interessante smartphone.

YotaPhone_vendor

Smartphone Con Ottime Caratteristiche E Dual-Display

In questi ultimi mesi il mondo dei tablet ha nettamente superato quello degli e-book reader, infatti, quest’ultimi, ad oggi, si ritrovano ad essere un prodotto un po’ “di nicchia”. Molti utenti preferiscono, anche per la lettura, puntare su un tablet invece di acquistare un e-book reader poichè il rapporto prezzo/funzioni è nettamente a favore di qualsiasi tipologia di tablet.

Ad oggi, però, poche aziende hanno pensato di unire un display LCD a colori con uno schermo e-ink all’interno di un unico device. Lo YotaPhone è uno tra i primi smartphone ad avere questo sistema di dual-display. Sul fronte delle specifiche hardware vi sono presenti uno schermo da 4.3 pollici, full-color LCD, con risoluzione 1280x720pixel mentre sul retro vi è uno schermo monocromatico dotato di tecnologia e-ink a 200dpi. Entrambi sono protetti da uno strato di Gorilla Glass.

Per quanto riguarda il processore vi è presente un Qualcomm da 1.5 Ghz dual-core Snapdragon S4 Plus (MSM8960), tecnologia 4G LTE, 12 megapixel di fotocamera, una fotocamera frontale da 720p ed infine 2 GB di RAM e 32GB di storage (non espandibile).

A cosa possono servire 2 schermi? Il discorso principalmente si focalizza sulla durata della batteria, poichè come è noto uno schermo con retroilluminazione consuma di più rispetto ad un e-ink. Qualora gli utenti desiderino leggere un libro o un lungo articolo potranno usufruire dello schermo dotato di tecnologia e-ink, mentre qualora sia necessario visualizzare fotografie o video basterà girare lo YotaPhone ed utilizzare l’LCD.

Per il momento questo smartphone sarà introdotto sul mercato durante il Q3 2013 solamente in Russia, per poi essere disponibile successivamente in altre nazioni. Il sistema operativo sarà Android ma, a nostro avviso, crediamo che la gestione di un doppio schermo sarà un po’ complicata e richiederà una versione “modificata” ad-hoc del “robottino” di Google. Cosa ne pensate?

Android: Jelly Bean Guadagna Mentre Gingerbread Perde

Con l’arrivo del periodo natalizio, il numero di devices che hanno installato Jelly Bean è aumentato notevolmente, rispetto ai primi giorni di dicembre, mentre Gingerbread è sceso sotto quota 50%. Andiamo a vedere gli ultimi dati riguardanti il sistema operativo di BigG.

nexus-7-cityscape-2-small

Gingerbread Al 47.6% – Jelly Bean Al 10.2%

Tutti i geek sanno, ormai, che l’ecosistema Android è principalmente caratterizzato dalla frammentazione del sistema operativo stesso. Sul mercato, infatti, sono presenti molteplici tipologie di devices che partono da circa 100€ fino ad arrivare ai top di gamma. In base all’hardware presente su ogni device, l’azienda produttrice vi installa una determinata tipologia di sistema operativo Android ed alcuni utenti si ritrovano anche nell’impossibilità di poter aggiornare il proprio sistema.

L’ultima versione di Android, Jelly Bean è presente sul 10% di tutti i devices Android, mentre Gingerbread, secondo i dati pubblicati da Google, è sceso sotto il 50%. Jelly Bean, inoltre, è cresciuto notevolmente in queste ultime 2 settimane poichè, all’inizio di dicembre, era a circa il 6.7% di tutti i devices Android attivati. Il nuovo Samsung Galaxy S3, HTC One X, il Google Nexus 7 e Nexus 10 hanno, quindi, permesso di aumentare “rapidamente” il numero di devices, presenti sul mercato, dotati dell’ultima versione del sistema operativo di Google.

Gingerbread, d’altro canto, è stato rilasciato nel 2010 e in questi ultimi 2 anni è cresciuto al punto tale da superare il 50% ma, solamente in queste ultime settimane, è sceso al 47.6%, segno che una parte degli utenti ha recentemente acquistato un nuovo smartphone. A nostro avviso, prima che Gingerbread venga “rimpiazzato” completamente da Jelly Bean occorrerà un po’ di tempo, poichè, ancora oggi, troviamo sul mercato smartphone di fascia bassa dotati di Android 2.3. Cosa ne pensate?

android-numbers-01-13-chart-numbers

android-numbers-01-13-e

Kindle Fire Ed I Tablet Android Guadagnano Quote Di Mercato Rispetto Ad iPad

Tra gli addetti ai lavori, in queste ultime settimane, si è parlato di come il mondo tablet sia in continua evoluzione ed il sistema operativo Android consenta ai produttori di proporre diverse tipologie di tablet con un’ampia gamma di prezzi. Andiamo a vedere in dettaglio le percentuali di market share dei principali modelli.

27609_1_kindle_fire_android_tablets_gain_share_at_ipad_s_expense

Android Recupera, Ma iPad Ha Il 78.9% Di Market Share

Durante il periodo di festività, i mobile device sono stati i principali gadget hi-tech che sono stati regalati a livello globale. Amazon, Microsoft ed Apple sono stati i protagonisti che sono riuscite a “spartirsi” la torta soprattutto grazie al Kindle Fire, al Surface ed all’iPad 2 ed il 4. I tablet dotati di sistema operativo Android sono, però, riusciti ad attirare la maggior parte degli utenti, soprattutto, per la varietà sia di devices che l’ampia gamma di prezzi.

Ovviamente l’utenza che è disposta a pagare un prezzo “premium” per gli iPad sta lentamente saturandosi e non a caso gli ultimi dati di Chitika Insight hanno messo a fuoco la situazione, sia a livello di vendite che market share, tra il 1 di dicembre ed il 27. I risultati parlano chiaro, infatti Amazon, Samsung e Microsoft hanno guadagnato circa il 5.5% del market share, mentre Apple ha visto una decrescita del 7.4%, pur mantenendo ottimi livelli di vendite.

Il Kindle Fire, tuttavia, è riuscito a guadagnare il 3.03% riuscendo a raggiungere quota 7.51%. D’altro canto, i tablet Galaxy prodotti da Samsung sono cresciuti dell’1.38% raggiungendo il 4.39% di market share ed infine il tablet Nexus è arrivato al 2.04%. Microsoft, dopo il lancio del Surface, sta riuscendo a conquistare l’attenzione dell’utenza anche se la strada è ancora in salita poiché, per il momento, il tablet di Redmond è solamente al 0.40% di market share.

A Cupertino, pur avendo visto decrescere del 7.4% il proprio market share, non sembrerebbero preoccupati, poiché, la gamma iPad ha il 78.9% del market share. Cosa ne pensate?

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Non perdere l'opportunità di ricevere il meglio di Ziogeek!


Commenti


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /home/ziogeek/public_html/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273